Calcio: Latte Dolce e Budoni, duello infinito

Calcio: Latte Dolce e Budoni, duello infinito

17 Aprile 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 225 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Una stagione incredibile. Il campionato di Eccellenza in Sardegna ha vissuto emozioni fortissime fino alla fine, con Latte Dolce e Budoni assolute protagoniste di un testa a testa davvero appassionante. Il verdetto finale è arrivato solo al termine dell’ultima giornata, quando entrambe le formazioni hanno vinto per 2-0 i rispettivi incontri. Il Latte Dolce guidato dall’ex tecnico dell’Arzachena (condotta anche in serie C qualche stagione fa), ma con un passato anche ad Olbia ed alla Torres, Mauro Giorico ha conquistato il campionato e ritrova quella serie D sfuggitale appena un anno fa nel girone vinto dal Giugliano. In campionato, i sassaresi hanno totalizzato 87 punti, confermando il +2 sui rivali che persisteva da diverse settimane. Va detto, che anche in caso di arrivo a pari punti, la formazione del Quartiere di Sassari avrebbe avuto la meglio, in virtù degli scontri diretti favorevoli con gli avversari. 

Se da una parte si sorride, si esulta sul versante opposto della medaglia c’è tanta amarezza per come sia finita la stagione: A Budoni non è bastato vincere sul campo della Villacidrese (nobile decaduta, con un recente passato anche in serie C): il britannico punteggio firmato da Scioni e Greco non è, infatti, risultato sufficiente a conquistare la vittoria finale in campionato per la squadra guidata dall’ex calciatore di Empoli, Chievo, Venezia (fra serie A e B), campano di nascita (Afragola) ma sardo d’adozione, che sull’isola ha chiuso la carriera da calciatore con le maglie degli stessi biancocelesti galluresi e dell’Arzachena, ovvero le due formazioni principalmente guidate da tecnico (eccezion fatta per una parentesi all’Olbia in Eccellenza nel 2012-2013). In Gallura, Cerbone ha comunque conquistato una Coppa Italia in questa stagione ed ha affrontato il Formia nel primo turno della fase nazionale (vincendo 1-0 in casa e perdendo ai calci di rigore a Maranola, ndr). 

Ora per il Budoni si spalancano le porte delle fasi finali dedicate alle seconde di Eccellenza, che in Gallura hanno già affrontato nella stagione 2016-2017, quando la formazione di Cerbone ha sfidato ed eliminato la Valle del Tevere di Scaricamazza (2-2 in Sardegna e vittoria 1-0 a Forano, ndr), prima di conquistare la D nella finale contro il Bozner. Quest’anno i biancocelesti galluresi dovranno vedersela nuovamente con una laziale fra Anzio, Boreale, Civitavecchia e probabilmente W3 Maccarese, nel primo turno verso un’interregionale che a Budoni manca dal 2020, anno concluso con lo stop causa covid e con la classifica cristallizzata alla 26ma giornata: ultimo posto a quota 16 punti e retrocessione d’ufficio decisa dalla Lnd per le ultime quattro (Budoni, Ladispoli, Tor Sapienza e Anagni).