Calcio: Memorial Alessandro Bini, semifinale, Accademia-V. Perconti 0-1

Calcio: Memorial Alessandro Bini, semifinale, Accademia-V. Perconti 0-1

14 Settembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 258 volte!

Di Giorgio Zanirato

ACCADEMIA ROMA: Crocetti, Legler (1’st Tiberti), Di Gianfelice (26’st Mecozzi), Puglielli (13’st Vitale), Forlini, Marchese (23’st Vagnarelli), Belfiore (21’st Santo), Cifani, Paciollo (10’st Boschini), S. Cascioli, C. Cascioli. A disp: Altobelli, Di Marco, Gubbiotti. All. Mattia Pigrucci

VIGOR PERCONTI: Ingiugno, Belardelli, Toro (10’st Datri), Serrao, Margheri, Morini, Galasso, Civitan (37’st Di Saverio), Marciano (25’st Censi), Salvatori (14’st Ciampi), Istvan (33’st Puggioni). A disp: Montagnini, Calcabrini, Ceccarelli, Segoni. All. Francesco Ruperto

ARBITRO: Bruschi di Civitavecchia

MARCATORE: 9’pt Marciano

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti: Galasso, Marchese, Ciampi, Cifani, Boschini, Serrao. Angoli: 2-4. Recupero: 2pt; 7’st

S. MARINELLA – La Vigor Perconti ringrazia il suo bomber Marciano e si regalano la finalissima del Memorial Bini, dove troverà l’Urbetevere a contenderle il trofeo della 14ma edizione. L’ Accademia si ferma ad un passo dalla seconda finale consecutiva e deve rinunciare a difendere il titolo conquistato lo scorso anno, nell’ultimo atto contro il Savio (anch’esso estromesso). 

Partono subito molto forte i blaugrana, che già al 5′ vanno vicini al vantaggio: è molto bravo Crocetti ad evitare la capitolazione, prima sul colpo di testa ravvicinato tentato da Civitan ed a seguire sulla ribattuta di Salvatori. La terza conclusione di Istvan viene neutralizzata da Di Gianfelice. La risposta dei Campioni in carica è affidata al solito C. Cascioli, il cui diagonale da posizione impossibile fa la barba al palo ed esce (6′). Il goal è nell’aria ed arriva tre minuti più tardi: Marciano conquista palla in area, sradicandola dai piedi di un difensore avversario, si gira e calcia, non lasciando scampo al pur bravo Crocetti. Accademia vicinissima al pareggio al 27′, con il solito C. Cascioli lanciato molto bene in profondità; il suo diagonale, tuttavia, non sortisce gli effetti sperati e si spegne a fondo campo, malgrado Ingiugno fosse ampiamente superato. La prima frazione di gara si chiude con la Perconti in vantaggio, ma anche con la chiarissima occasione da rete per il pareggio dell’Accademia. 

La ripresa si apre subito con un’occasione da rivedere: Marchese strattona la maglia di Istvan all’interno dell’area, ma per l’arbitro è calcio di punizione dal limite. Civitan s’incarica della battuta del tiro franco, con il pallone che termina a lato (7′). Girandola di cambi e poco altro da segnalare fino agli ultimi minuti dell’incontro. Al 32′, con l’Accademia interamente protesa in avanti a caccia del possibile pareggio, è la Perconti a sfiorare il goal del raddoppio, con la conclusione di Censi che termina la propria corsa a fondo campo, a Crocetti superato. Altro episodio da rivedere, in area dell’Accademia al 35′: Civitan cade a terra dopo il contrasto con Santo. I dubbi restano, ma non quelli di Bruschi, che lascia proseguire. E’ l’ultima emozione della gara, che si chiude di fatto qui visto che nel maxi recupero assegnato non succede nulla di rilevante: i Campioni d’Italia battono quelli della kermesse e si aggiudicano la finalissima. 

 

Il filmato della gara: