Calcio: C. Lazio II° Categoria, rit. semifinale, Torvaianica-Tor Sapienza 2-3 (And. 1-0; Agg. 3-3)

Calcio: C. Lazio II° Categoria, rit. semifinale, Torvaianica-Tor Sapienza 2-3 (And. 1-0; Agg. 3-3)

24 Maggio 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 465 volte!

Di Giorgio Zanirato

TORVAIANICA: Morellini, Carelli (13’st Faticanti), Panse (14’st Galasso), Fonticelli (34’st Serbi), Morelli, Pizziconi, Andrometti, Montaspro (17’st Sammarco), Conti, Bizzaglia (34’st Chianese), Ferrari. A disp: Salerno, Marra, Rossi, Zamparini. All. Francesco Salotti

TOR SAPIENZA: Ferrante, Tauro, Santini, Consorzio, Masciotta, Fioravanti (11’st Pulsinelli), Mari (12’st Finocchi), Pisani (30’st Ciotti), De Angelis (1’st Glenowski), Attini, Guiliche (1’st Buonanno). A disp: Rinaldi, Arzilli, Di Giovannantonio. All. Fabio Palmucci

ARBITRO: Aloisi di Civitavecchia

MARCATORI: 1’pt Attini (TORS); 4’pt; 11’st Pisani (TORS); 34’pt Fonticelli (TORV); 24’st Sammarco (TORV)

NOTE: Spettatori 100 circa. Allontanato dalla panchina il tecnico Salotti (TORV) al 36’st per proteste. Ammoniti: Fioravanti, Conti, Panse, Bizzaglia, Morelli. Angoli: 3-4. Recupero: 0’pt; 6’st

 

TORVAIANICA (RM)-  Torvaianica e Tor Sapienza di nuovo una contro l’altra, quindici giorni dopo la sfida di andata vinta dai lidensi, nel ritorno delle semifinali di Coppa Lazio, per quanto concerne la Seconda Categoria. 

Pronti via e la formazione di Palmucci mette la freccia: Pisani riceve palla da De Angelis, si sposta sul destro e calcia; Carelli intercetta con il braccio (attaccato al corpo), l’arbitro fa giustamente proseguire perchè la sfera diventa ottima per Attini, che non perdona: Morellini superato e Tor Sapienza che già al 1′ pareggia i conti della doppia sfida. Il Torvaianica ci capisce davvero poco in questo avvio, e dopo appena tre giri di lancette subisce anche lo 0-2 firmato da Pisani, servito splendidamente con i giri giusti da Mari. Il talentuoso giocatore 2004 entra in area e di destro beffa il portiere avversario. A questo punto la qualificazione alla finale prende la strada di Roma, ma c’è ancora una vita da giocare. Primo squillo dei padroni di casa al 22′: assist dalla sinistra per Conti, che lascia scorrere a favore di Ferrari, la cui conclusione viene sventata con i piedi da Ferrante.

Il goal dei gialloblù arriva al 34′: Bizzaglia jr mette al centro per Fonticelli, Masciotta viene scavalcato dalla palla che finisce alle spalle dell’ex estremo difensore di Fiano Romano e R. Monterotondo Scalo. Il Torvaianica riapre i giochi, ma questo risultato è ancora favorevole al Tor Sapienza, per effetto dei due goal realizzati in trasferta. Il primo tempo si chiude dunque 2-1 per gli ospiti, ai quali ancora una volta si è accesa troppo presto la spia della riserva, una volta realizzato il 2-0: i ragazzi di Palmucci hanno pericolosamente abbassato troppo il baricentro, anche per via dell’attacco deciso portato dai padroni di casa, rischiando qualcosina di troppo dietro.  

Ma il rientro dagli spogliatoi bissa quanto accaduto in avvio di partita: il Tor Sapienza trova il 3-1 all’11’ sull’asse Attini-Pisani, con quest’ultimo che realizza la propria personalissima doppietta, con un diagonale di rara precisione e pregevole fattura. Anche in questo caso, come accaduto nel primo tempo, il Torvaianica inizia a caricare a testa bassa e gli ospiti ne risentono. Al 24′ arriva il punto del 2-3 da parte di Sammarco, che di testa ribadisce in rete una palla respinta dalla traversa su azione d’angolo. Nei minuti finali del match c’è spazio per un tiro di Ciotti deviato in corner da Morellini; molto reattivo, in un’occasione successiva, è anche Ferrante che devia lontano un calcio piazzato insidioso battuto dagli avversari. A cavallo del recupero, infine, ci prova per ben due volte Attini prima su azione e poi su calcio piazzato: nella prima circostanza è bravo Morellini a deviare oltre la traversa. Il tiro franco finisce invece di poco alto. 

 

Dopo ben 6′ di recupero, l’arbitro di Civitavecchia dice che può bastare così: il Tor Sapienza vince una gara tosta, giocata sicuramente più con il cuore per lunghi tratti che con gambe e testa, ma cambiando i fattori il risultato non cambia: la squadra di Palmucci vince ed approda in finale, dove troverà il Gaeta (18 Giugno) per provare a scrivere l’ennesimo capitolo di una storia stagionale davvero incredibile. Questi ragazzi hanno condotto in porto un anno intensissimo, fra Juniores e prima squadra, ottenendo ottimi risultati: sicuramente il merito è da ascrivere al gruppo, ma una parte di questo va attribuita anche a chi tira le fila dello stesso dalla panchina. Arrivare a giocarsi un playoff Juniores ed uscire in lacrime dal campo dopo i calci di rigore, sapendo di venire eliminati a testa altissima, non è da tutti. A livello di prima squadra i risultati (il campionato finirà l’11 giugno) stanno premiando gli sforzi profusi, con una salvezza mai stata così realmente a portata di mano, considerando gli scarsi risultati ottenuti da inizio stagione fino a novembre. Ed ora questo pass per l’ultimo atto di una competizione che potrebbe regalare un trofeo e la possibilità di salire un altro gradino della scala diretta a ben altre categorie, quelle che il Tor Sapienza targato Santamaria conosce molto bene, per averle affrontate in maniera egregia anni fa. Questi ragazzi sono davvero eccezionali, il futuro è tutto loro e sicuramente ben figurerebbero anche in un torneo come la Promozione, perché la cosa fondamentale è il gruppo-squadra: se c’è quello, se nello spogliatoio c’è unità d’intenti, allora si può arrivare davvero lontano. E questo a Via degli Alberini c’è, quindi i presupposti sono ottimi. 

Applausi anche al Torvaianica, formazione davvero ben messa in campo, che ha giocatori importanti e che ha dato davvero dimostrazione di giocare un buon calcio. Che questa sconfitta sia simbolo di ripartenza per ottenere traguardi importanti nel futuro prossimo. 

Il servizio: