Calcio: Serie D, l’anteprima

Calcio: Serie D, l’anteprima

26 Settembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 26

Questo articolo è già stato letto 81 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

Si giocherà di mercoledì la giornata di campionato in serie D, costretta al rinvio causa elezioni politiche. Le nostre formazioni hanno giocato, però, quasi tutte di sabato; vediamo cosa ci attende nei tre gironi in cui sono impegnate le compagini laziali. 

 

Partiamo dal girone E, dove hanno già giocato in anticipo l’Ostia Mare ed il Livorno, mentre Arezzo e Terranuova Traiana sono state interrotte dopo appena 4′ di gioco, a causa del forte acquazzone che ha colpito la Toscana nella giornata di sabato; le due squadre dovrebbero tornare in campo al Comunale nella giornata di mercoledì. Giocheranno domani invece Poggibonsi ed Orvietana, in uno scontro che sa già di spareggio salvezza, con gli umbri ancora fermi a quota 0 esattamente come il Grosseto, che non sta vivendo un bel momento anche al di fuori del rettangolo di gioco ed il pericolo di un nuovo fallimento dopo quello del 2015 e la radiazione del 2017, oltre a vari cambi di denominazione e presidenza. I Maremmani scenderanno comunque in campo per onorare la stagione e saranno ospiti di un Ponsacco in salute, pronto a ridurre il gap dalla vetta, in caso di pareggio ad Arezzo. A via Vaj il Montespaccato di Campolo chiede strada al C. di Castello, mentre Pianese e Sangiovannese si sfidano con vista sulle zone nobilissime di graduatoria. Sempre in terra umbra, il Trestina riceve la visita di un Gavorrano attardato in classifica, per quello che sono i propri obiettivi stagionali, ma con un Marcheggiani in forma smagliante e un Lorusso che ancora dovrà dimostrare ciò di cui è capace, sicuramente il team di Bonura alla fine terminerà il campionato laddove merita. Chiude il programma la trasferta toscana della Flaminia di Nofri Onofri, che renderà visita al Tau Altopascio, con l’obiettivo di inserirsi stabilmente almeno in zona playoff. 

 

Il girone F ha visto affermarsi l’Avezzano di Scorsini nell’anticipo del sabato a Genzano; mercoledì starà a Trastevere e P. D’Ascoli provare a rispondere, nei rispettivi impegni in trasferta contro Fano e Termoli; due gare diametralmente opposte per ragioni di classifica ma ugualmente insidiose. Il Chieti proverà a rialzarsi dopo il ko interno contro la Sambenedettese, scendendo in campo in casa dell’altro fanalino di coda Montegiorgio, mentre Cardella&soci riceveranno al “Riviera delle Palme” un Notaresco un pò in affanno in questo avvio di stagione. Nonostante il punto di penalizzazione, il sorprendente Vastogirardi ospita il Pineto, con la possibilità di entrare almeno momentaneamente in zona playoff, mentre il N. Florida cerca strada sul campo della matricola V. Senigallia. Ad Agnone, dove da inizio campionato è costretta a giocare le proprie gare interne, la Vastese di Ferazzoli ospita una Roma City ferita da un avvio di stagione sicuramente non all’altezza, ma la formazione dell’ex Roma Statuto è cliente scomodo per gli abruzzesi e i punti in palio pesano già tantissimo in ottica salvezza.  Chiude il programma la sfida fra il Matese di Perrotti ed il Tolentino: i campani vanno a caccia del primo successo stagionale, mentre gli ospiti con l’eventuale vittoria potrebbero dare continuità al progetto di alta classifica, agganciando le posizioni che contano a fine stagione. 

 

Chiudiamo con il girone G, nel quale si sono già giocate tre sfide (R. Monterotondo-Arzachena, il derby fra Nola e Portici e quello sardo fra C. O. S. ed A. Uri). Anticipa al martedì l’Aprilia di Centioni, che al Quinto Ricci ospita il Sorrento, in una sfida già importante a livello di classifica, con le rondinelle che ancora non sembrano aver giovato dell’arrivo dell’ex tecnico dello Scalo. Alla ricerca di un cambio di passo è anche il Cassino di Carcione, che al “Salveti” riceve forse l’avversario più ostico che ci possa essere in questo momento, ovvero la Casertana di Onazi; i campani, in caso di successo e di contemporaneo passo falso del Pomezia impegnato a Tivoli, potrebbero impossessarsi della vetta in solitaria oppure in coabitazione con la formazione di Venturi, in caso di pareggio al “Galli”. In Costa Smeralda, l’Ilvamaddalena riceve la Palmese: gli uomini di Gardini, in caso di successo, potrebbero inserirsi sorprendentemente nel gruppetto di testa; per l’ex allenatore di Torres, Trastevere ed Ostia Mare non sarebbe una novità, visto il “miracolo” compiuto qualche stagione fa alla guida del Lanusei, con cui ha sfiorato la serie C, venendo battuto soltanto allo spareggio di Rieti dall’Avellino. Chiudono il programma i derby regionali Paganese-Angri e, soprattutto L. Frascati-Artena, entrambe relegate all’ultimo posto in classifica e con le posizioni dei due tecnici Chiappara e Maurizi da verificare.