Calcio: Serie D, il Campionato d’Italia ha preso il via

Calcio: Serie D, il Campionato d’Italia ha preso il via

5 Settembre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Hits: 58

Questo articolo è già stato letto 258 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

 

Il massimo campionato Dilettantistico prende il via fra conferme e risultati a sorpresa, che hanno coinvolto le pretendenti al titolo. Analizziamo nel dettaglio quanto è accaduto nei tre gironi in cui sono coinvolte le nostre formazioni. 

Partiamo dal girone E, con protagoniste Ostia Mare, Flaminia e Montespaccato. Giornata d’esordio decisamente amara per il nostro calcio, con tutte e tre le nostre rappresentanti uscite sconfitte dai rispettivi impegni. Vanno ko in trasferta i ragazzi di Galluzzo e Campolo, mentre a soccombere in casa è la formazione civitonica di Nofri, al cospetto del Livorno, da poco rientrato ufficialmente nei ranghi della serie D per il caso Figline. Fra le altre del girone, sconfitta pesante per il Grosseto in quel di Poggibonsi, mentre una delle possibili candidate al ritorno in serie C (oltre ai labronici livornesi), ovvero il Gavorrano sfrutta a dovere il fattore campo e, anche grazie ad una rete del reatino Francesco Marcheggiani (ex Ostia Mare), conquista i primi tre punti della stagione, riscattando così nel migliore dei modi il ko patito in Coppa. 

Per quanto concerne il girone F, c’è da registrare la prima vittoria stagionale del Trastevere di Cioci: gli amaranto battono 3-1 il Roma City di Statuto fra le mura amiche e partono nel migliore dei modi in una stagione in cui ci sarà da tener testa a Chieti (vittorioso con lo stesso punteggio all’Angelini) e Sambenedettese (anche in questo caso il finale è 3-1, ma ottenuto in trasferta grazie anche alle reti di due laziali come Proia e Cardella, ndr). Male la prima a Genzano dell’ex tecnico del Monterosi D’Antoni, battuto di misura dalla matricola V. Senigallia; riesce ad ottenere solo un punto, invece, il N. Florida di Del Grosso a cui non basta l’acuto di El Bakhtaoui, per avere la meglio sul Fano. Battuti in trasferta il Matese di Perrotti e l’Avezzano di Scorsini, superati rispettivamente da Notaresco e P. D’Ascoli. 

Chiudiamo con il girone G, con la partenza sprint per R. Monterotondo Scalo, Tivoli e Pomezia, tutte vittoriose dinanzi al pubblico amico: gli eretini di Paris hanno la meglio sul Sorrento per 3-2, dopo esser andati per due volte in svantaggio in virtù delle reti campane messe a segno da Serrano e Fusco; una doppietta dell’ex Latina (ma anche di Trastevere e Gavorrano, scuola Savio ndr) Fontana riporta in parità i padroni di casa, che vincono grazie all’acuto di Carosi ad inizio ripresa. Primi tre punti importantissimi per il campionato dello Scalo. Al “Galli” va in scena il remake della gara playoff della scorsa stagione in Eccellenza, con i ragazzi di Colantoni che ancora una volta ottengono un successo stagionale (il terzo dopo i due di Coppa Italia contro il Real Monterotondo in casa e la Cynthialbalonga a Genzano, ndr), battono la Lupa Frascati di Chiappara grazie a Vagnoni, dando seguito ad un inizio davvero sensazionale di campionato al ritorno nel massimo torneo dilettantistico, atteso da ben 15 anni. Due anni dopo l’ultima volta, si ripresenta in Serie D anche la formazione pometina, allenata da Mauro Venturi: i rossoblu riescono ad avere la meglio sul Cassino grazie ai sigilli di Nanni, Oi e Massella; ai ciociari non bastano i goal dell’ex Flaminia Ingretolli e di D’Alessandris, che avevano portato al momentaneo 2-2, prima del tris firmato dall’ex Ostia Mare, Unipomezia ed Albalonga (fra le tante maglie indossate dall’attaccante anche quelle di N. Florida ed SFF Atletico, ndr).

Parte con un ko in trasferta anche la stagione dell’Aprilia di Centioni, battuta in terra campana dall’Angri per 2-1: rete biancoceleste firmata da Grossi, che è valsa il momentaneo 1-1, ma che non è servita ad evitare la sconfitta. E’ parità, infine, al Comunale di Artena, fra i rossoverdi di Maurizi e la Paganese, neoretrocessa dai pro e che punta certamente ad un pronto ritorno in terza serie: al rigore di Ancora risponde Odianose.  Fra le pretendenti al salto in serie C, fatica più del previsto la Casertana nel derby contro il Nola, battuta di misura; per quanto riguarda le formazioni sarde, primo brindisi casalingo per i biancoverdi dell’Arzachena guidati dall’ex calciatore di Genoa ed Atalanta Marco Nappi, mentre i “dirimpettai” neo promossi dell’Ilvamaddalena guidati dall’ex Ostia Mare, Lanusei, Trastevere e Torres Aldo Gardini non vanno oltre l’1-1 esterno sul campo dell’Atletico Uri, giustiziere del Formia nei playout salvezza della scorsa stagione.