Calcio: Juniores Elite, 24ma giornata gir. C, Tor Sapienza-Acc. Sp. Roma 3-1

Calcio: Juniores Elite, 24ma giornata gir. C, Tor Sapienza-Acc. Sp. Roma 3-1

11 Marzo 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 703 volte!

Di Giorgio Zanirato

TOR SAPIENZA: Ferrante, Finocchi, Consorzio, Di Giovannantonio, Mari (18’st Imperi), Pisani (18’st Colaneri), Recchia (39’st Mariani Topino), Attini, Buonanno, Glenowski (29’st Akorli), Ciotti (29’st Vita). A disp: Fazi, Benlehzil. All. Fabio Palmucci

ACC. SPORTING ROMA: Forino, Borrelli (38’pt Gandini), Soldini, Garzo, Serratore (33’st Bala), Fiorenzoni, Coccia (26’st Simiri), Giannandrea, Roberti (21’st Galia), Marziali, Gentile. A disp: Grossi, Damiani. All. Mauro Magliocchetti

ARBITRO: Tundo di Roma2

MARCATORI: 16’pt Recchia (T); 32’pt Roberti (A); 36’st Buonanno (T); 44’st Akorli (T)

NOTE: Spettatori 100 circa. Espulso: Marziali (A) al 36’st per blasfemia. Ammoniti: Glenowski, Fiorenzoni, Serratore, Mari, Gandini. Angoli: 3-1. Recupero: 0’pt; 2’st

 

Il Tor Sapienza piega, nel finale, le resistenze dell’Accademia Sporting Roma; i gialloverdi continuano così a crearsi opportunità per provare a raggiungere il sogno chiamato playoff e costringono gli ospiti ad un amaro ritorno ufficiale nei Regionali B. 

Prima occasione della partita al 15′: cross di Mari dalla corsia mancina, la retroguardia ospite respinge di testa ma il pallone diventa ottimo per Buonanno, la cui conclusione termina però di poco a lato. E’ il preludio alla rete che sblocca la situazione di parità e che giunge un giro di lancette più tardi, quando Finocchi lancia in profondità per Recchia; l’attaccante brucia sulla corsa il suo diretto marcatore, entra in area e supera Forino con un preciso diagonale di destro; 1-0 Tor Sapienza e gara che sembra già aver preso una direzione ben precisa. Passano, infatti, pochissimi secondi e un colpo di tacco spalle alla porta del capitano Attini libera al tiro Finocchi; diagonale che si spegne sul fondo senza che Recchia riesca ad arrivare alla battuta a rete. L’ Accademia prova a reagire ed al 20′ sfiora il pareggio: cross di Marziali dalla sinistra, il pallone attraversa tutta l’area di rigore prima che Coccia intervenga di testa sul secondo palo, mandando la sfera incredibilmente a lato da ottima posizione. Rete ospite che arriva, però, al 32′ grazie al tap-in vincente di Roberti, su servizio dello stesso esterno n°7 dei ragazzi di Magliocchetti; difesa gialloverde non proprio esente da colpe nelle due circostanze raccontate e punteggio riscritto: 1-1. Non accade, tuttavia, nulla di rilevante da qui al duplice fischio finale del sig. Tundo, che manda dunque le due squadre a riposo sul punteggio di parità; un risultato che scontenta entrambe, per opposti motivi di classifica. 

La ripresa si apre con un tentativo da fuori di Attini al 7′; conclusione bloccata a terra facilmente dall’estremo difensore degli ospiti. Il Tor Sapienza, con il passare dei minuti, appare un pò in debito di ossigeno ed allora l’Accademia prova a far male, come in occasione del tiro di Roberti al 16′ su assist di Coccia; l’attaccante anticipa Ferrante ma il pallone finisce di poco a lato. A questo punto il tecnico dei padroni di casa decide una mossa che potrebbe dare la svolta ai suoi: fuori prima, contemporaneamente, Mari e Pisani; dentro Imperi e Colaneri e poi altra duplice sostituzione con Glenowski e Ciotti richiamati in panchina in favore dei 2006 Akorli e Vita. I cambi della panchina, essendo inevitabilmente più freschi, regalano una marcia in più alla formazione di Palmucci che inizia a premere sull’acceleratore, a caccia del nuovo vantaggio; le occasioni costruite in serie, tuttavia, non producono l’effetto sperato. La partita ha bisogno di un’invenzione per cambiare rotta; al 36′ è Buonanno a pescare il jolly, trovando il goal della domenica, pardon del sabato: conclusione da fuori che trova impreparato Forino (leggermente fuori dai pali, ma probabilmente non ci sarebbe arrivato comunque) e finisce in rete. Un goal da vedere e rivedere più volte per apprezzarne meglio il gesto, che riporta il Tor Sapienza a +1 sugli avversari. Ospiti innervositi dalla marcatura o forse da qualcosa precedente la conclusione; a farne le spese è Marziali, espulso dall’arbitro ed invitato alla doccia anticipata per qualche parolina fuori posto. Con l’ Accademia in inferiorità si aprono spazi per la formazione di Palmucci, che trova il punto del definitivo 3-1 soltanto al 44′, grazie ad Akorli che di sinistro dal limite manda il pallone sotto la traversa e chiude il discorso. 

Questione di opportunità, dicevamo. Con questa, sudata, vittoria il Tor Sapienza resta nella scia dell’Audace, che ha superato il Sora per 2-1; la lotta per l’ultimo posto utile in ottica playoff passa ora per l’Atletico 2000, che diventa così arbitro della corsa alle finali: i biancorossi di Via dell’Aeroporto di Centocelle (già salvi aritmeticamente) dovranno affrontare negli ultimi 180° prima il club di Genazzano in casa e successivamente far visita alla compagine di Palmucci, che prima affronterà la trasferta del “Tomei” contro il Sora: i bianconeri, benché già promossi in Serie D e quindi “obbligati” a disputare il torneo Juniores della quarta serie nazionale (in realtà nelle ultime stagioni il girone è interamente laziale, quindi sostanzialmente un torneo quasi regionale e l’obbligo nasce dal fatto che il Presidente dei ciociari, se non iscrivesse la squadra al torneo in questione, dovrebbe pagare una salatissima multa alla LND), hanno comunque il dovere morale di disputare il playout contro il Villalba, per la regolarità del campionato e provare a “salvare” la categoria sul campo, cercando possibilmente di giocare tale appendice in casa e non in trasferta. La formazione di Palmucci non deve né può fare calcoli: unico obiettivo possibile vincerle entrambe e poi sperare in un passo falso dell’Audace, che all’ultimo turno ospiterà la Lodigiani: a parità di punti, è il Tor Sapienza ad avere il favore degli scontri diretti e quindi sarebbe eventualmente la quarta formazione ad approdare agli spareggi per il titolo regionale. 

Classifica alla mano, fra Sora e Villalba c’è un intervallo di appena due punti, con i ciociari che ad oggi giocherebbero al “Tomei” contro i tiburtini. Questo è l’unico playout, dal momento che l’Accademia Sporting Roma da oggi, è aritmeticamente retrocessa nei Regionali B insieme al Paliano, visto il -11 dal Villalba e soprattutto il -20 dalla coppia formata da A. Torrenova e Lodigiani, che dunque possono festeggiare la salvezza a due turni dalla fine: per la regola degli 8 punti fra le contendenti, infatti, l’ Accademia potrebbe anche vincere entrambe le ultime due sfide ma (ammesso che le rivali totalizzino 0 punti), andrebbe comunque a 14 lunghezze e non basta per garantirsi lo spareggio, così come il Villalba non potrebbe mai essere insidiato; a Paliano e Accademia auguriamo, dunque, un pronto ritorno in Elite, magari con più fortuna ed esperienza. 

 

Il servizio della gara: