Calcio: Quarto Municipio, l’amarezza di Lo Monaco

Calcio: Quarto Municipio, l’amarezza di Lo Monaco

20 Febbraio 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 340 volte!

Roma – E’ ancora amareggiato mister Daniele Lo Monaco nel giorno dopo il k.o. che il suo Quarto Municipio ha incassato sul campo dell’Astrea per 2-0. Il motivo è presto spiegato dallo stesso tecnico: “Abbiamo giocato una bella prima mezz’ora di gara, controllando il gioco e creando qualche opportunità per passare in vantaggio. Poi sull’ennesima simulazione di un avversario, l’arbitro ha lasciato correre il gioco e da lì è partito un pericoloso contropiede condotto da Ippoliti a cui l’allenatore avversario ha immotivatamente urlato più volte di buttare la palla fuori. Il nostro giocatore ha così compiuto un gesto di fair play tirando il pallone fuori, ma sbagliando nell’indirizzarlo verso la panchina avversaria: io che amo la sportività, in quel momento non avrei buttato la palla fuori perché non ce n’era il motivo. A quel punto è nato un capannello in cui Ippoliti è stato spintonato e circondato da alcuni giocatori avversari e componenti della panchina ed è nato il classico capannello di discussioni in mezzo al campo. La decisione dell’arbitro è stata quella di espellere il nostro portiere Fabiani e un giocatore della panchina avversaria, ma a quel punto ho protestato con il direttore di gara ritenendo quel provvedimento ingiusto. Lui mi ha detto che non aveva concluso le sanzioni, ma dopo un colloquio con l’assistente, ha solo ammonito un giocatore avversario lasciandoci quindi in inferiorità numerica e di fatto “falsando” la partita. Nonostante questo successivamente abbiamo anche colpito un palo con Boninsegna, ma l’Astrea ha portato a casa i tre punti: un risultato decisamente ingiusto. Dico ai ragazzi che l’errore arbitrale è sempre contemplato, ma sinceramente non accetto che ci sia questo condizionamento continuo da parte di giocatori che urlano e simulano. Devo insegnare ai ragazzi a fare queste cose? Non credo sia una cosa giusta”.

Per il Quarto Municipio è l’ottava espulsione stagionale: “Siamo una squadra mediamente molto giovane e questo è un dato incredibile. Inoltre siamo stati già penalizzati a Nettuno e Sezze per espulsioni ingiuste in gare che alla fine siamo pure riusciti a vincere, con la Boreale all’andata c’è stato negato un gol regolarissimo per un fuorigioco segnalato dall’assistente dopo le proteste avversarie e dopo che era stato già assegnato dall’arbitro. Questi son punti pesantissimi in un campionato così equilibrato, ma non sono preoccupato per la classifica perché il gruppo ha sempre fatto le prestazioni e mi auguro che continui così”. Nel prossimo turno c’è il match interno con l’Academy Ladispoli: “Hanno cambiato tecnico rispetto all’andata, contano su qualche ragazzo che conosco e su un reparto offensivo di spessore: sarà una partita difficile, ma cercheremo di tornare subito a fare punti”.

Area comunicazione