Calcio: Quarto Municipio, il pensiero di Giordano

Calcio: Quarto Municipio, il pensiero di Giordano

25 Ottobre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 246 volte!

Roma – Un pareggio che sta stretto. Il Quarto Municipio ha impattato a reti bianche (0-0) sul campo dell’Academy Ladispoli, al termine di una gara gagliarda e ben giocata dai ragazzi di mister Daniele Lo Monaco. “Nel primo tempo abbiamo sfoderato la miglior prestazione stagionale – sostiene l’esterno classe 2002 Gabriele Giordano – Abbiamo creato diverse occasioni, ma purtroppo non siamo riusciti a concretizzare: a mio parere sbloccando il risultato l’avremmo portata a casa. Nel secondo tempo, invece, ci siamo un po’ abbassati e loro hanno guadagnato campo, pur non avendo avuto tante palle gol. Alla fine è rimasto un po’ di rammarico per non essere riusciti a vincere come meritavamo”. Giordano commenta anche l’avvio di campionato della formazione del presidente Tonino D’Auria: “La gara di domenica scorsa rispecchia l’andamento di questo inizio di stagione, in cui avremmo meritato qualche punto in più. Ma il cammino è quello giusto e dobbiamo continuare così perché siamo convinti che i risultati arriveranno”. L’ex giocatore dell’Atletico Vescovio, che aveva lavorato assieme a mister Lo Monaco, ha arretrato il suo raggio d’azione di qualche metro: “Ho sempre fatto l’esterno offensivo, ma nelle ultime tre gare il mister mi ha schierato da esterno “basso”. All’inizio ho pensato che stesse scherzando, ma poi mi sono messo subito a disposizione della squadra. Continuo a preferire il mio ruolo originale, ma le cose non sono andate male in queste partite: so di dover migliorare in fase difensiva, ma sto cercando di calarmi nel ruolo”. Il suo inserimento nel Quarto Municipio è stato semplice: “La società ha dimostrato di volermi fortemente e il gruppo mi ha accolto benissimo” rimarca Giordano che poi guarda al prossimo impegno di campionato: “Ospiteremo il Nettuno che è terzo in classifica. Se stanno lì, vuol dire che hanno valori importanti, ma noi in casa abbiamo sempre fatto buone prestazioni. Dobbiamo cominciare a vincere per migliorare la classifica perché non meritiamo di stare nella posizione attuale”.

Area comunicazione