Calcio: Promozione, gir. A, Romulea-S. Marinella 3-1

Calcio: Promozione, gir. A, Romulea-S. Marinella 3-1

9 Ottobre 2022 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 220 volte!

Di Giorgio Zanirato

ROMULEA: Pensa, Bonesi (46’st Gasbarra), Azzawi, M. Mancini, Colantoni, Innocenti, Amorosino, D’Andrea (33’st Bizzoni), Di Pilato, Anastasio (42’st Franceschi), Du Besse (33’st S. Mancini). A disp: L. Mancini, Monacu, Lodi, Bayslach, Ammassari. All. Emiliano Cafarelli

SANTA MARINELLA: Serra, Brandi, Marcelli, Bevilacqua, De Angelis, Ferrari (36’st Rizzo), Melara, Peveri (16’st Cedeno), Belardinelli, Tabarini, Natali (1’st Pangi). A disp: Sanfilippo, Midei, Michiesi, Scarabotti, Locci, Napolitano. All. Nicola Salipante

ARBITRO: Paterlini di Ciampino

ASSISTENTI: Salvatori di Tivoli e Ceraulo di Roma2

MARCATORI: 1’pt Du Besse (R); 21’st Colantoni (R); 45’st S. Mancini (R); 47’st rig. Belardinelli (S)

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti: De Angelis, M. Mancini, Peveri, Bonesi, Salipante. Angoli: 6-2. Recupero: 3’pt; 4’st

 

Terzo successo stagionale per la Romulea di Cafarelli, che dopo la doppia affermazione in Coppa Italia ai danni dell’Ostiense (compagine che ritroverà anche nel girone di campionato) esordisce con un convincente 3-1 anche in Promozione, contro il S. Marinella di Salipante. 

Pronti via ed i padroni di casa mettono immediatamente la freccia, con la gran botta dal limite di Du Besse, sulla quale Serra non può arrivare, che regala così il vantaggio ai giallorossi. Due minuti più tardi, vibranti proteste dei romani per un contatto in area fra Ferrara ed Azzawi, ma per Paterlini è tutto regolare. Lo stesso terzino Campione d’Italia con la Juniores allenata da Fabrizio Feroce scheggia la traversa pochi istanti più tardi, su azione d’angolo. Romulea vicinissima al raddoppio. Al 19′ invece non viene assegnato il gol (anzi viene sanzionato il fuorigioco inesistente) ai padroni di casa, sul tocco dentro all’area piccola dell’ex Villafranca e Ladispoli Amorosino. I tirrenici si rendono pericolosi soltanto al 26′, con l’ex Vigor Perconti Tabarini che, giunto a tu per tu con Pensa, si fa respingere la conclusione con i piedi dal portiere di casa. Si va così all’intervallo sul parziale di 1-0 in favore della Romulea, che avrebbe sicuramente meritato qualcosina in più e che recrimina sul goal non assegnato. 

In avvio di secondo tempo, ci prova Di Pilato da posizione defilata, ma Serra risponde alla grande. L’estremo difensore dei tirrenici si ripete al 3′ sul tiro di prima intenzione da parte di Azzawi; Il raddoppio dei padroni di casa è nell’aria, ma arriva soltanto al 21′ sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Anastasio e pennellato sulla testa di Colantoni che, appostato sul secondo palo non può sbagliare. Il S. Marinella prova a riaffacciarsi dalle parti di Pensa al 31′, ma la volee di Melara finisce di poco a lato. Sei giri di lancette più tardi, è S. Mancini a fare le prove generali del goal, con una conclusione che termina fuori di pochissimo. Lo stesso calciatore trova il punto del 3-0 al 45′, realizzando di piatto sinistro una sorta di rigore in movimento. Nel finale, l’arbitro castellano assegna un calcio di rigore alquanto opinabile ai tirrenici, per il presunto fallo di Pensa ai danni di Cedeno; dagli undici metri, Belardinelli non sbaglia: portiere da una parte e palla dall’altra, per il 3-1 finale. 

 

 

 

Il Servizio: