Canottaggio: Gli impegni azzurri

Canottaggio: Gli impegni azzurri

7 Settembre 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 146 volte!

Giornata intensa per l’Italremo che ha affrontato le prime 9 semifinali, sette delle quali nelle discipline olimpiche. A centrare il primo obiettivo, quello delle qualificazioni per Parigi 2024, sono stati il doppio pesi leggeri maschile, già medaglia di bronzo a Tokyo 2020 – dove al posto di Gabriel Soares, insieme a Stefano Oppo c’era Pietro Willy Ruta – e il quattro di coppia di Giacomo Gentili, Luca Chiumento, Andrea Panizza e Nicolò Carucci, già finalista olimpico – quinto ma con una formazione diversa dall’attuale rinnovata per metà –. Relativamente alle gare odierne, quindi, il doppio leggero maschile si piazza al secondo posto dietro alla Svizzera, forte quest’anno della vittoria della seconda prova di coppa del mondo e del titolo continentale.

Una condotta di gara prudente, per i due azzurri, che resisi conto del rovesciamento della barca tedesca per le onde, hanno preferito non forzare la mano e prendersi solo il secondo posto che gli garantiva comunque il passaggio in finale. A seguire strappa il pass il quattro di coppia maschile che, con il secondo posto a mezza barca dalla Polonia, che attualmente detiene il titolo iridato, ha raggiunto il primo obiettivo di questo mondiale per certi versi difficile e complicato per le condizioni meteorologiche che stanno rendendo il bacino dell’Ada Ciganlija al limite della praticabilità. Si piazza quarto, e quindi fuori dalla finale dovrà affrontare la finale B per portare la barca a Parigi, il quattro senza di Paolo Covini, Alessandro Bonamoneta, Davide Verità e Alfonso Scalzone i quali, dopo una partenza brillante e con una buona condotta di gara nella prima parte, nei secondi mille metri non riescono ad incidere sulla terza posizione che la Francia ha mantenuto fino alla fine, dietro a Stati Uniti, primi, e Olanda, seconda, con una barca di vantaggio sull’Italia.

Sesto posto e finale mancata e, per ora, niente pass per Parigi 2024 per le campionesse olimpiche di Tokyo 2020, Valentina Rodini e Federica Cesarini, autrici comunque di una buona prima parte di gara davanti a Cina a Gran Bretagna. Nella seconda parte le azzurre si confrontano con la barca britannica che attacca e passa al comando seguita dalla Cina, mentre le due atlete chiudono la gara al sesto posto: per Cesarini e Rodini nulla è perduto, in chiave olimpica, poiché v’è ancora disponibilità di agguantare il pass nella finale B. Affronteranno la finalina, con l’obiettivo del pass olimpico, anche il quattro di coppia femminile, di Valentina Iseppi, Alessandra Montesano, Laura Meriano e Stefania Gobbi, quinte; il due senza di Davide Comini e Giovanni Codato, quinto, e il due senza femminile, di Alice Codato e Aisha Rocek, che hanno chiuso al sesto posto. Per quanto riguarda le due semifinali delle specialità non olimpiche, agguanta la finale il singolo pesi leggeri maschile di Niels Alexander Torre, secondo dietro alla Svizzera, mentre il singolo leggero femminile di Ilaria Corazza non va oltre il quinto posto e affronterà la finale B.

Domani sesta giornata di gare con l’Italremo impegnata nella prima tornata di finali nelle specialità non olimpiche del singolo, due senza, quattro di coppia pesi leggeri maschile, del due senza pesi leggeri femminile; e specialità non paralimpica del singolo PR2 maschile. Ad anticipare le finali però sono in programma le ultime semifinali: paralimpica del singolo PR1 Maschile, e olimpiche del singolo, del doppio maschile, del doppio femminile. Si disputeranno anche i due ultimi recuperi in programma: quelli delle due ammiraglie maschile e femminile. Sempre domani seconda giornata di diretta Rai con collegamento su RAI Sport.

Saranno quattro gli equipaggi (due maschili e due femminili) che difenderanno i colori azzurri nelle regate inserite nel programma nella terza edizione dei Mediterranean Beach Games 2023, in programma a Heraklion (Grecia) dal 10 al 12 settembre prossimi. Un’edizione, quella di Heraklion, che arriva a quattro anni di distanza da quella di Patrasso 2019, dove l’Italia del canottaggio vinse complessivamente tre medaglie (una d’oro e due di bronzo). A scendere in acqua saranno sei atleti (tre uomini e tre donne) che andranno a comporre le formazioni che si contenderanno le medaglie in palio nella specialità del Beach Sprint.

Di seguito gli equipaggi in gara:

UOMINI
SINGOLO (Giovanni Ficarra-Rowing Club Peloro)
DOPPIO (Angelo D’Amico, Pietro Zerilli-SC Palermo)

DONNE
SINGOLO (Annalisa Cozzarini-CC Saturnia)
DOPPIO (Viola Patrignani, Silvia Tripi-SC Elpis)

STAFFETTA MISTA singolo femminile (Annalisa Cozzarini-CC Saturnia), doppio femminile (Viola Patrignani, Silvia Tripi-SC Elpis), singolo maschile (Giovanni Ficarra-Rowing Club Peloro), doppio maschile (Angelo D’Amico, Pietro Zerilli-SC Palermo)

 

Federazione Italiana Canottaggio