Calcio: Seconda Categoria, 28ma giornata gir. D, Tor Sapienza-R. Gemini 2-0

Calcio: Seconda Categoria, 28ma giornata gir. D, Tor Sapienza-R. Gemini 2-0

27 Maggio 2023 0 Di Giorgio Zanirato

Questo articolo è già stato letto 2183 volte!

Di Giorgio Zanirato

 

TOR SAPIENZA: Pierguidi, M. Topino, Santini (44’st Paradiso), Pulsinelli, Masciotta, Tauro, Ciotti, Fioravanti, Ciardullo (33’st Boccardini), Attini, Brignardelli (19’st Imperi). A disp: Rinaldi, Caterino, Benlehzil. All. Fabio Palmucci

R. GEMINI: Coculo, Romano, Battisti, Alesi (1’st Pizzelli), Tocca (1’st De Romanis), Ricci, Mosetti (1’st Spadari), De Santis, Basilico, Mariani (1’st Lozzi), Stazi (36’st Viri). A disp: Mancini, Peperoni, Checchi, Fermini. All. Mauro Tantari

ARBITRO: Lorenzin di Roma1

MARCATORI: 9’pt Fioravanti; 13’pt Attini

NOTE: Spettatori 100 circa. Padroni di casa a referto con soli diciassette giocatori. Espulsi: Spadari (RG) al 39’st per proteste; De Santis (RG) al 39’st e Battisti (RG) al 41’st per somma di ammonizioni. Ammoniti: Basilico, Tocca, Lozzi, Tantari. Angoli: 6-7. Recupero: 1’pt; 1’st

 

Il Tor Sapienza di Fabio Palmucci si rituffa in campionato, pochi giorni dopo aver compiuto l’impresa a Torvaianica (che ha lasciato strascichi pesanti, in casa tirrenica). Avversario odierno è la R. Gemini seconda in classifica a quattro lunghezze dall’imprendibile Gregoriana e che, oggi pomeriggio, punta quantomeno a blindare la piazza d’onore, cercando di prolungare il campionato di un’altra settimana. 

La prima, vera, occasione è per gli ospiti al 6′: cross di Romano dalla destra per il colpo di testa di Basilico a centro area; bravo Pierguidi a deviare in angolo. La Robur insiste e due giri di lancette più tardi è Stazi ad impegnare il n°1 di casa in un’altra deviazione oltre la linea di fondo. Al primo affondo della sua gara è, però, il Tor Sapienza a passare: Attini serve Fioravanti; il calciatore evita Alesi, si sposta il pallone sul destro e calcia dai 18-20 metri, beffando Coculo tradito forse anche dal sole (che finalmente ha fatto capolino dopo un’autentica bomba d’acqua che ha costretto alla sospensione ed al conseguente rinvio del match Juniores precedente, valevole quale andata dei quarti di finale nel Trofeo Tortora); palla sotto la pancia del portiere ed in rete, per il vantaggio dei gialloverdi (9′). Passano due minuti e la Robur torna a farsi minacciosa dalle parti di Pierguidi, con un tiro a botta sicura dell’ex bomber di Artena e Serpentara Matteo Basilico (’97), respinto in corner dall’estremo difensore di casa. La formazione di Palmucci raddoppia al 13′: l’assist questa volta è di Fioravanti per Attini che (in un primo momento) supera Coculo, ma si allunga leggermente il pallone, per poi tornare indietro e mettere alle spalle del portiere in uscita. Nonostante il doppio passivo, la formazione ospite non si disunisce, andando nuovamente al tiro cinque minuti più tardi con Alesi; palla di poco oltre il montante trasversale. Al 22′ il Tor Sapienza viene fermato per una sospetta posizione di fuorigioco: evidentemente dev’essere cambiato qualcosa nelle regole, perché ogni arbitro ferma il gioco quando il pallone arriva al giocatore. Anche in questo caso Attini viene fermato in maniera sbagliata, perché nel momento in cui Ciotti lancia il compagno, quest’ultimo è tenuto in gioco da un giocatore della Robur. 

Al 26′ Attini gira molto bene in area per Ciotti, il cui diagonale viene bloccato a terra da Coculo. Cinque minuti dopo è lo stesso capitano della Juniores a provarci su calcio piazzato, ma il pallone si spegne (seppur di pochissimo) a fondo campo. Otto giri di lancette più tardi accade qualcosa che non riusciamo ad interpretare: l’arbitro dà prima il vantaggio in un brutto contrasto fra De Santis e Ciardullo, con il primo che da terra prova a togliere la sfera dalla disponibilità dell’avversario; poi quando il pallone arriva al solito Attini, ferma tutto per dare il calcio piazzato al Tor Sapienza, con il n°10 che si stava involando verso la porta, tenuto in gioco da Romano e Tocca. Va bene attendere lo sviluppo dell’azione, ma che senso ha fischiare la punizione?.. A nostro modestissimo avviso in questo caso o si sanziona il fuorigioco (che non c’è) oppure si lascia correre, se non si è fischiato il fallo in precedenza. La classe di Attini è di quelle veramente cristalline e questo ragazzo può davvero fare un’ottima carriera calcistica: al 43′ si accentra e dal limite calcia di destro, trovando pronto Coculo alla respinta con i pugni. Il primo tempo si chiude con il tentativo di Basilico dalla sinistra, respinto da Pierguidi (46′). Si va all’intervallo sul 2-0 per un buon Tor Sapienza, contro un avversario sicuramente di spessore e che ha avuto ottime occasioni da rete, ma ha trovato dinanzi a sé un super Pierguidi.  

Si torna in campo con un poker di sostituzioni negli ospiti, ma la prima vera occasione della ripresa arriva solo al 15′: Ciotti mette al centro dell’area dove arriva a rimorchio Brignardelli, il cui destro viene deviato egregiamente in corner da Coculo. Applausi per entrambi. Passano cinque minuti ed il Tor Sapienza si rende nuovamente pericoloso, con il cross liftato di Fioravanti per Ciardullo che litiga un pò con la sfera; alle sue spalle però è bravissimo ad inserirsi Imperi, che in acrobazia colpisce incredibilmente la base del palo; sulla respinta del legno è Pizzelli a deviare in corner (20′). Altri quattro giri di lancette ed è Ciotti a provarci; Coculo si salva in due tempi. Al 27′ la Robur va ad un passo dal 2-1: Stazi mette al centro, Pierguidi pasticcia e per poco non combina un guaio; alle sue spalle però è bravissimo Santini a spazzar via la minaccia ed a salvare la sua squadra da una rete già scritta. Da una parte all’altra del campo; pochi istanti più tardi Mariani Topino mette al centro un pallone che chiede soltanto di essere spinto in rete, ma Ciardullo spedisce incredibilmente alle stelle da buonissima posizione.

La squadra di Palmucci continua ad attaccare e pochi secondi più tardi sfiora il tris, con il cross dalla sinistra di Ciotti per Attini, la cui conclusione viene respinta in calcio d’angolo da un sontuoso Coculo (29′). Nel finale, con i sostenitori della Gregoriana in tribuna ad osservare la sfida dei rivali al titolo, saltano i nervi in casa R. Gemini: in un minuto la formazione ospite resta infatti in nove uomini per le espulsioni di De Santis (doppio giallo) e Spadari per qualche parolina di troppo. Al 41′ terzo cartellino rosso, questa volta all’indirizzo di Battisti, sempre per doppia ammonizione. Al 43′ ci prova anche il neo entrato Boccardini, ma ancora una volta Coculo respinge in calcio d’angolo. Su quest’azione cala il sipario sul match: il Tor Sapienza vince all’inglese contro un ottimo avversario, che ora dovrà vincere nell’ultima giornata per l’aritmetica del secondo posto, mentre in tribuna a festeggiare sono i supporters della Gregoriana, matematicamente promossi in Prima Categoria: la capolista (che giocherà domani) ha un vantaggio di +4 sulla Robur Gemini, che però dovrà riposare nel prossimo turno ed avrà poi il Mar.Na in casa (quest’ultima che potrebbe esser già retrocessa, se non dovesse far risultato nei prossimi due scontri diretti con Marano Equo e Tor Sapienza). 

Proprio il gruppo gialloverde, grazie a questo successo, può mettere una seria ipoteca sulla salvezza in campionato: il +7 sul Mar.Na (che gioca domani), a tre giornate dalla fine può significare permanenza ufficiale in categoria, anche se per la matematica occorre comunque attendere prossima settimana, quando andrà in scena lo scontro diretto a Via dell’acqua marcia: al gruppo di Palmucci potrebbe bastare anche un pareggio, ma nel calcio non si scende mai in campo per puntare al pari, sennò si rischiano brutte figure.